top
logo
Mercoledì 26 febbraio 2020
s. Nestore

In primo piano

Mercoledì delle ceneri

Risultato immagini per mercoledì ceneri

In questo periodo la famiglia può ritrovare la sua vocazione originaria di “Chiesa domestica”, così che è facilitata nel pregare insieme anche attraverso i mezzi di comunicazione. E' il momento per ritrovare l’unità familiare, tante volte diminuita dalle frequenti occasioni di dispersione a causa dei tanti (troppi) impegni dei singoli componenti (+ Oscar Cantoni)

preghiera_mercoledì-ceneri

 
Gita Napoli 2020

alt

Gita parrocchiale

dal 27 al 30 aprile 2020

Napoli, Pompei e Costiera Amalfitana

Programma, quota, iscrizioni:

Programma-gita 

 

Galleria fotografica

Articoli simili


Parrocchia San Giorgio - Como
Quaresima 2020 PDF Stampa E-mail
Notizie - Per tutti
Scritto da Don Luigi   
Martedì 25 Febbraio 2020 13:52

MESSAGGIOQUARESIMA20200001.jpg

Quaresima, il Papa:

con Dio è sempre

un dialogo

cuore a cuore

 
Nonostante il male nella vita della Chiesa e del mondo, il Signore continua a offrirci un tempo “favorevole” alla conversione. Lo evidenzia Francesco nel Messaggio per la Quaresima, in cui ricorda che la nostra vita nasce dall’amore di Dio, respingendo la menzogna secondo cui essa sarebbe originata da noi stessi, quando diamo ascolto alla voce del diavolo. Quindi esorta alla compassione per i sofferenti. Tra gli appuntamenti del periodo quaresimale, ricorda “Economy of Francesco”, l’appuntamento di marzo ad Assisi

Convertiamoci a un dialogo “aperto e sincero” con il Signore. È l’esortazione del Messaggio di Papa Francesco per la Quaresima 2020, che si apre il 26 febbraio, mercoledì delle Ceneri. Il titolo è: “Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio”.

Cambiamento di rotta

Non dobbiamo mai dare “per scontato” il fatto che, osserva il Pontefice, il Signore ci offra “ancora una volta un tempo favorevole alla nostra conversione”. Anzi: tale “opportunità” dovrebbe suscitare in noi un senso di “riconoscenza” e scuoterci dal “nostro torpore”.

Malgrado la presenza, talvolta anche drammatica, del male nella nostra vita, come in quella della Chiesa e del mondo, questo spazio offerto al cambiamento di rotta esprime la tenace volontà di Dio di non interrompere il dialogo di salvezza con noi.

Leggi tutto...
 
Per contrastare la diffusione del "coronavirus" PDF Stampa E-mail
Notizie - Per tutti
Scritto da Administrator   
Martedì 25 Febbraio 2020 14:05

 

Lettera alla Diocesi di mons. Vescovo

e Disposizioni del Vicario Generale


Carissimi fratelli e sorelle,
severe misure precauzionali sono state adottate giustamente dalle autorità civili, visto che la nostra Regione lombarda è, in Italia, tra quelle più esposte al pericolo del contagio dal Coronavirus.
Anche la nostra Chiesa di Como ha aderito alle disposizioni date, limitando la vita comunitaria nelle sue manifestazioni più comuni, soprattutto i momenti liturgici e quelli formativi. Le nostre liturgie comunitarie sono temporaneamente sospese (tranne i funerali, da celebrarsi secondo le disposizioni diocesane) e ciò è fonte di tristezza e di possibile disorientamento tra i fedeli.
Viviamo un momento difficile, di grande provvisorietà, ma dobbiamo aiutarci a mantenerci uniti e sereni, nonostante la paura e l'incertezza, senza provocare situazioni di panico.
Se la vita delle nostre comunità parrocchiali è ridotta, non di meno si deve rallentare la nostra comunione, che si manifesta con una vigile attenzione verso le singole persone, soprattutto i più anziani, che non possono essere lasciati soli e gli ammalati.
Siamo vicini come comunità cristiana a quanti operano nel campo della sanità, esponendo le loro persone al rischio di contagio, a tutti coloro che sono impegnati nella tutela pubblica, e a quanti promuovono la ricerca scientifica in vista di individuare cure e vaccini adatti.

In questo periodo la famiglia può ritrovare la sua vocazione originaria di "Chiesa domestica", così che è facilitata nel pregare insieme anche attraverso i mezzi di comunicazione. E' il momento per ritrovare l'unità familiare, tante volte diminuita dalle frequenti occasioni di dispersione a causa dei tanti (troppi) impegni dei singoli componenti.
E' questo un tempo opportuno per ulteriori considerazioni perché gli eventi di questi giorni ci interpellano come credenti. Giungono a noi, del tutto impreparati ad affrontarli, e devono essere interpretati alla luce della fede in Dio, che anche nel presente non cessa di essere padre buono e misericordioso.
Si rifletta sulla nostra comune vulnerabilità, condizione umana troppo spesso dimenticata, quasi che l'uomo di oggi sia diventato onnipotente. Non cessiamo, nonostante il progresso tecnico e della scienza, di essere creature deboli e fragili. Questa situazione di precarietà e di disorientamento, in cui tutti siamo dolorosamente coinvolti, ce lo insegna con chiarezza.

Leggi tutto...
 
Celebrazione conclusica centenario PDF Stampa E-mail
Notizie - Per tutti
Scritto da autore   
Martedì 29 Ottobre 2019 14:32

alt

Si è concluso con una cerimonia solenne, domenica 27 ottobre, il ricco calendario di celebrazioni promosse nella ricorrenza del centenario dell’incoronazione di Nostra Signora del Sacro Cuore, presso la Basilica di San Giorgio in Borgo Vico, a Como. A presiedere la celebrazione della S. Messa c’era mons. Mario Delpini, Arcivescovo di Milano e Metropolita di Lombardia, accanto a lui il vescovo di Como mons. Oscar Cantoni, insieme a numerosi sacerdoti del capoluogo. Di seguito vi proponiamo la versione integrale dell’omelia di mons. Delpini, con le belle immagini realizzate dal fotografo Pozzoni.

1. Dedideri incompiuti.  Uomini e donne trascorrono giorni, vivono, si entusiasmano nella vita, vorrebbero godere la vita. Desiderano vivere. La vita passa e non si può trattenere. Desiderano vivere. La vita logora, la vita stanca, si lamentano della vita. Desiderano vivere. Sentono però avvicinarsi la morte: dicono alla morte: “Sì so che devi venire, ma non adesso. Sì, so che tutti dobbiamo morire, ma non far morire mia mamma o mio padre, l’uomo o la donna che amo, il figlio che mi è stato dato. Aspetta, morte!”. Ma la morte non ascolta, la morte non aspetta. Desiderano vivere. Ecco come sono gli uomini e le donne un desiderio incompiuto di vita.

Leggi tutto...
 

E' utile sapere ...

Orari SS. Messe

Feriale: ore 18.00

(17.30 S. Rosario

18.30 Vespri)

Festive: sabato ore 18.00  (ore 17.00 a S. Salvatore)

domenica ore 09.00 11.00 18.00 (ore 10.00 a S. Salvatore)

  (17.00 canto dei Vespri presso la cappella delle Suore Giuseppine)

Sacramento della Riconciliazione

Tutti i giorni prima e dopo la celebrazione della S. Messa. Il sabato dalle 17.00 alle 18.00

Celebrazione del S. Battesimo

- domenica 17 novembre

- domenica 12 gennaio

- domenica 23 febbraio

- sabato 11 aprile

- domenica 7 giugno

Catechesi per i ragazzi

Venerdì pomeriggio

- I media 

Domenica alle ore 9.45

per II-III-IV-V elem. e II media

Catechesi per III media

sabato ore 19.00  (appuntamento quindicinale)

Catechesi per giovani

venerdì ore 18.45  (appuntamento quindicinale)

Catechesi per adulti

giovedì ore 18.30

Gruppi famiglia

Appuntamento mensile domenicale per uno scambio di esperienze in un cammino comunitario.

Laboratorio parrocchiale

Cucito e ricamo anche su ordinazione: in oratorio ogni mercoledì dalle 15 alle 18

Visita degli ammalati

L'Arciprete è disponibile ad incontrare almeno mensilmente gli infermi e gli anziani della comunità.

Segnalare il proprio nominativo.

 


bottom
top

Ultime notizie

I più letti


bottom

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Theme, what is dns dhcp. Valid XHTML and CSS.