top
logo
Mercoledì 1 aprile 2020
s. Ugo

In primo piano

V di Quaresima

alt

In questo periodo la famiglia può ritrovare la sua vocazione originaria di “Chiesa domestica”, così che è facilitata nel pregare insieme anche attraverso i mezzi di comunicazione. E' il momento per ritrovare l’unità familiare, tante volte diminuita dalle frequenti occasioni di dispersione a causa dei tanti (troppi) impegni dei singoli componenti (+ Oscar Cantoni).

Oltre a seguire la S. Messa del mattino in televisione siamo invitati a ritrovarci in ogni casa alle ore 18.00 recitando in comunione con le Comunità della nostra città il Rosario.

Scarica questi schemi di preghiera da adattare per la preghiera in famiglia:

Quinta_dom_Quaresima

Santo Rosario

 

 
Gita Napoli 2020

alt

Gita parrocchiale

POSTICIPATA

con medesimo programma

e quota di partecipazione

dal 7 al 10 settembre 2020

Napoli, Pompei e Costiera Amalfitana

Programma, quota, iscrizioni:

Programma-gita 

 

Galleria fotografica


Diario di bordo del gruppo famiglie gennaio 2011 PDF Stampa E-mail
Notizie - Gruppo Famiglie
Scritto da Gruppo Famiglie   
Domenica 23 Gennaio 2011 21:23

diario di bordo

23 gennaio 2011

 

Questa volta tocca alla sala.

Luogo dell’incontro, della conversazione, del dialogo per chi è entrato nella nostra casa e ci viene a visitare, per l’ospite ma anche per la famiglia.

È lo spazio predisposto all’ascolto dell’altro accogliendone la sua realtà, ma è anche il luogo dove farsi ascoltare, dove narrarsi..dove scambiare  pensieri, idee, opinioni.

 “Questo aspetto assume un’importanza fondamentale nelle relazioni familiari, nella possibilità di ricreare, dopo le corse e le fatiche quotidiane, il clima specifico della propria famiglia. È luogo di RICREAZIONE, dove ci si ricarica e rigenera per affrontare con la propria identità il confronto e il dialogo con tutti”(Dal libro ” Si seppe che Gesù era in casa” Barbon/Paganelli  EDB).

Le prime nostre riflessioni: Sono luogo di incontro le nostre sale? quanto e quando  si dialoga in famiglia? Sappiamo ascoltare? Quando arriva un ospite come mi comporto? Lo metto a suo agio o non mi risparmio a creare situazioni di attrito?

E ancora: nel dialogo quanto sono disposto ad aprirmi alla sorpresa e  al mistero che l’altro porta con sé . Quanto so cogliere  la speranza che da  ogni incontro  può nascere e che ognuno di noi può trasmettere all’altro ?

Ma il concetto di dialogo e di scambio nella nostra vita non deve essere circoscritto in un ambiente fisico ma,  come l’ospitalità di Abramo ,  il suo mettersi a completo servizio per gli ospiti,   si esprime in una tenda mobile,   così la sala,  luogo di incontro nelle nostre case, bisogna portarla dietro e dentro noi. È una dimensione del cuore che dovrebbe arricchire le nostre giornate: lo straniero porta un  mistero perché in lui  c’è la voce di Dio che attraverso le persone si manifesta , si rende vivo e presente.

Riflettiamo su come per ascoltare sia indispensabile la disponibilità all’ascolto  rapportandosi all’altro con semplicità e sincerità.

La sala è anche luogo dove si celebrano le feste di una famiglia , attraverso le quali si riscoprono valori quali l’unione , la condivisione, la gioia dello stare insieme. La festa  riaccende le speranze e  le amicizie , rende  concreta la comunione familiare  perché è davvero  festa se tutti vi partecipano e si impegnano perché riesca al meglio, La festa  rinnova interiormente  perchè tocca  e consolida le corde della propria spiritualità: dove c’è festa c’è la presenza di Dio.

Per tutti questi motivi la festa assume  una valenza fortemente  educativa nei confronti dei nostri figli perché momento di profonda convivenza umana e spirituale,  di allegria libera e gratuita. Quale migliore esperienza educativa?

Approfondiamo insieme su quanto davvero nelle nostre sale domina il dialogo e lo scambio piuttosto che un altro elemento spesso centrale in questo luogo: la televisione.

Si riflette su quanto  valga il modello offerto  dai  genitori su  quanto tempo noi  dedichiamo  a tale diversivo. La lettura di un libro si è rivelata per alcuni di noi alternativa e di  esempio seguito dai figli.

Un uso buono ed equilibrato  della TV può essere anche scegliere democraticamente  quale programma vedere, guardarlo e discuterne dopo insieme  sviluppando così l’abitudine ad un uso critico e non passivo del mezzo televisivo.

Si potrebbe decidere che una sera a settimana si rinunci alla tv per dedicarla  al dialogo, ad un incontro o a una  lettura o  perché no? ..alla preghiera…

Qualcuno di noi chiede come mai altre religioni dedicano più tempo alla preghiera comunitaria in famiglia mentre  per noi cristiani è una modalità  spesso sconosciuta.

Una candela accesa e la famiglia riunita per pregare è un piccolo grande segnale che Dio c’è ed è accolto da tutti i familiari che nella condivisione lo rendono vivo e presente.

Ammonisce don Luigi “Spesso abbiamo falsi pudori nel raccontare come Dio lavora nella nostra vita”!

E crediamo, con un po’ di stupore  misto ad amarezza, che forse ci sia del vero in questa asserzione

Allora , nelle nostre sale, spegniamo la TV e accendiamo una candela.  

È un esempio che senz’altro rimarrà  nella memoria dei nostri figli e dal quale, prima o poi, nel percorso della loro vita, vi   attingeranno  risorse e significati

 

Ci lasciamo con un impegno:

Porsi in un atteggiamento di vero ascolto nei confronti degli altri!

Prossimo incontro 27 febbraio ore 15,00  per fermarci nella camera da letto. 

 

Gruppo Famiglie San Giorgio

 

 

E' utile sapere ...

Orari SS. Messe

Feriale: ore 18.00

(17.30 S. Rosario

18.30 Vespri)

Festive: sabato ore 18.00  (ore 17.00 a S. Salvatore)

domenica ore 09.00 11.00 18.00 (ore 10.00 a S. Salvatore)

  (17.00 canto dei Vespri presso la cappella delle Suore Giuseppine)

Sacramento della Riconciliazione

Tutti i giorni prima e dopo la celebrazione della S. Messa. Il sabato dalle 17.00 alle 18.00

Celebrazione del S. Battesimo

- domenica 17 novembre

- domenica 12 gennaio

- domenica 23 febbraio

- sabato 11 aprile

- domenica 7 giugno

Catechesi per i ragazzi

Venerdì pomeriggio

- I media 

Domenica alle ore 9.45

per II-III-IV-V elem. e II media

Catechesi per III media

sabato ore 19.00  (appuntamento quindicinale)

Catechesi per giovani

venerdì ore 18.45  (appuntamento quindicinale)

Catechesi per adulti

giovedì ore 18.30

Gruppi famiglia

Appuntamento mensile domenicale per uno scambio di esperienze in un cammino comunitario.

Laboratorio parrocchiale

Cucito e ricamo anche su ordinazione: in oratorio ogni mercoledì dalle 15 alle 18

Visita degli ammalati

L'Arciprete è disponibile ad incontrare almeno mensilmente gli infermi e gli anziani della comunità.

Segnalare il proprio nominativo.

 


bottom
top

Ultime notizie

I più letti


bottom

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Theme, what is dns dhcp. Valid XHTML and CSS.